Remondò

 

Monumento ai Caduti di Remondò

Monumento ai Caduti di Remondò

Sono 19 i nomi dei caduti incisi sulla lapide del monumento a loro dedicato dagli abitanti della frazione Remondò.
I nomi evidenziati col colore blu sono elencati nella lapide del monumento ai Caduti di Gambolò.
In colore rosso il nominativo non è compreso nell’Albo d’Oro dei Caduti della Grande Guerra.
In colore viola nominativo non riportato nella lapide del monumento ai Caduti di Gambolò.

Bazzano Ernesto Tenente
Decorato di Medaglia di Bronzo al Valore Militare con la seguente motivazione:
Bazzano Ernesto, da Gambolò (Pavia), tenente complemento compagnia mitragliatrici Fiat.
Con calma ed energia tenne alto il morale della propria sezione mitragliatrici, e, col suo generoso impulso e l’intelligente iniziativa, nonostante le perdite subite in parecchie giornate di lotta, sotto un violento bombardamento nemico, resistette ai vari tentativi di attacco dell’avversario, ottenendo infine di ricacciarlo. – Jamiano, 4 giugno 1917
Bazzano Luigi Soldato
Biè Pietro Soldato
Biscaldi Angelo Soldato
Biscaldi Carlo Caporal maggiore
Biscaldi Pietro di Giuseppe nativo ma non residente
Soldato 50° reggimento fanteria, nato il 17 luglio 1887 a Gambolò, distretto militare di Pavia, morto il 21 novembre 1918 a Trieste per malattia.
Bono Giuseppe Soldato
Bozzani Angelo di Giovanni
Soldato 71° reggimento fanteria, nato il 14 dicembre 1896 a Dorno, distretto militare di Pavia, morto il 1° giugno 1917 nell’ospedaletto da campo n° 46 per ferite riportate in combattimento.
Costa Carlo Soldato
Gipponi Giovanbattista Sottotenente
Guala Stefano Soldato
Noè Innocente Soldato
Padova Luigi Soldato
Pasqualetti Lino soldato
Piccolini Giuseppe Soldato
Prica Luigi Soldato
Seva Fortunato Soldato
Vecchio Carlo Sergente
Zorzoli Pietro Caporale

Nominativi riportati sulla lapide

Nominativi riportati sulla lapide