Corti Gino

 

 

Corti Gino

Corti Gino

Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

Corti Gino, da Vigevano (Pavia), tenente complemento 14° reggimento bersaglieri (M.M.).

Comandante di una sezione mitragliatrici, durante l’assalto di forti posizioni fu sempre il primo ad accorrere ove maggiore era il pericolo, essendo a tutti di bello esempio per slancio e coraggio. – Monte Val Bella, 29 gennaio 1918.

* * * * *

Araldo Lomellino n° 7 del 22 febbraio 1918 pag. 2

Il tenente Gino Corti del 14° reggimento bersaglieri figlio del sig. Corti ricevitore del registro, fu compiendo fortemente il suo dovere di soldato già ben tre volte ferito. Fu ora proposto per la medaglia d’argento colla seguente motivazione.

<< Comandante di una Sezione Pistole Mitragliatrici durante l’assalto del Monte Val Bella, sprezzante del pericolo, in mezzo alle granate nemiche, con la parola e con l’esempio incoraggiava la truppa e per primo entrava in trincea nemica.

Con raffiche ben aggiustate di Pistole Mitragliatrici, all’imboccatura di una galleria e con lancio di bombe a mano, dopo aspra lotta, catturava 47 prigionieri e 3 mitragliatrici nemiche.

Con tiri ben aggiustati colle proprie armi sventava un contrattacco nemico che già riprendeva qualche elemento di destra cacciandolo e facendo prigionieri. >>

Lascia un commento